Orologi, resistenza all’acqua ed impermeabilità

waterproof-vs-water-resistant
Una tipica richiesta estiva nella nostra orologeria sull’isola di Capri è quella di un orologio da polso che possa “andare in acqua”. Dall’orologio per bambini a quello da donna o da uomo. Sportivo ma a volte anche classico. In silicone od in acciaio. Colorato od a tinta unita. L’utente medio non conosce purtroppo i parametri di riferimento utilizzati dalle aziende produttrici di orologi e quindi è spesso tratto in inganno dalle semplici indicazioni (in particolare la dicitura “water resistant”) riportate sul quadrante o sul fondello. Per non parlare dell’indicazione dei metri: 30, 50, 100 o 200 metri.

Gli orologi sono costituiti da pezzi meccanici ed elettronici che temono l’acqua e l’umidità. In questo caso, l’impermeabilità di un orologio è definita come resistente alla pressione dell’acqua. Al momento dell’acquisto consigliamo sempre di informarsi quindi sul grado d’impermeabilità dell’orologio, per evitare delusioni o problematiche. L’impermeabilità è determinata in laboratorio e in circostanze ideali, vale a dire a temperatura costante e in condizioni di perfetta immobilità. Ed oltretutto con test effettuati sottovuoto.

Nell’industria degli orologi, l’impermeabilità è indicata in metri di pressione dell’acqua, in base al livello di profondità. L’impermeabilità nei prodotti di orologeria è certificata in conformità alla normativa internazionale (ISO 22810) per quanto concerne gli orologi con indicazione “Water Resistant”, cioè Resistenti all’Acqua e dagli standard internazionali (ISO 6425) per quanto concerne gli orologi con indicazione “Diver’s” o “Waterproof”, cioè Subacquei. Ogni prodotto impermeabile è testato per la resistenza alla pressione dell’acqua prima della distribuzione.

Ci sono una varietà di modi diversi per fare un orologio resistente all’acqua. Tutti gli orologi di tale genere usano anelli o guarnizioni in gomma per sigillare la parte posteriore della cassa. Un orologio con un retro con le viti sulla cassa fornisce un maggiore grado di tenuta stagna. Alcune corone (la “radice di avvolgimento”) in realtà a vite nel caso specifico, aumentano la resistenza all’acqua ancora di più.

Precauzioni indispensabili in tema di impermeabilità:

– Non attivare mai i pulsanti cronografici sott’acqua o quando l’orologio è bagnato. Lo stesso principio vale anche per le lunette girevoli.
– Non estrarre e maneggiare mai una corona sott’acqua o quando l’orologio è bagnato (sia nel caso di una corona semplice o di una corona a vite).
– Se l’orologio possiede una corona a vite, accertarsi che questa sia bloccata, prima di usare l’orologio in ambiente acquatico. Lo stesso vale per i pulsanti a vite.
– Non cercare mai di aprire personalmente la cassa.
– Se sotto il vetro compare dell’acqua o della condensa, affidare al più presto l’orologio ad un orologiaio.
– Non utilizzare mai l’orologio durante una doccia calda, in una Jacuzzi od in una vasca idromassaggio. Le alte temperature dell’acqua ed il vapore acqueo generato possono dilatare le guarnizioni in gomma e far comparire della condensa.
– In nessun caso si deve indossare l’orologio durante l’esecuzione di tuffi in acqua, poiché l’impatto produce una pressione molto superiore ai limiti di tenuta dell’orologio stesso e rappresenta comunque un trauma da evitare.

Direttiva generale per i livelli di resistenza all’acqua:

– Non resistente all’acqua: L’orologio non deve assolutamente venire a contatto con l’acqua.
– Resistente all’acqua: L’orologio può resistere all’umidità, agli schizzi accidentali ed alla sudorazione (standard minimo ISO 22810).
– Resistente all’acqua 30 metri (3 Bar): L’orologio può resistere ad una pioggia leggera ed al lavaggio delle mani (ISO 22810).
– Resistente all’acqua 50 metri (5 Bar): L’orologio può essere indossato durante la doccia, nella vasca da bagno e per un nuoto tranquillo (ISO 22810).
– Resistente all’acqua 100 metri (10 Bar): L’orologio può essere indossato durante lo snorkeling e le immersioni a basse profondità (ISO 22810).
– Resistente all’acqua 200 metri (20 Bar): L’orologio può essere indossato durante le immersioni in acque profonde senza bombole (ISO 22810).
– Subacqueo 100 o 150 metri: L’orologio può essere indossato durante le immersioni professionali con bombole (standard minimo ISO 6425).
– Subacqueo 200 o 300 metri: L’orologio può essere indossato durante le immersioni professionali con bombole (ISO 6425).
– Subacqueo 300 metri (o più) in saturazione: L’orologio può essere indossato durante le immersioni professionali in saturazione con gas elio (ISO 6425).

I produttori di orologi usano vari termini per misurare la resistenza all’acqua ed indicarlo sugli orologi:

– ATM (atmosfera), dove 1 ATM è uguale a 10 metri.
– Bar, dove 1 bar equivale a 10 metri.

Grafico della resistenza all’acqua con alcuni esempi di uso comune:
water_resistance_map